/, News/Due nuovi membri. Ambrogio e Stefano Ornaghi: fisioterapisti

Due nuovi membri. Ambrogio e Stefano Ornaghi: fisioterapisti

Vecchia sfida, nuovi ingressi.

Ambrogio e Stefano Ornaghi, miei amici da una vita, in qualità di fisioterapisti vanno a completare un Team già solido e affiatato come quello dell’anno scorso, per ripartire in pompa magna con la Stagione 2019.

Ho allenato Andrea quando era ancora un atleta e con mio figlio Stefano sono invece stati compagni di squadra. Lo seguiamo da sempre e i nostri contatti sono stati costanti nel corso degli anni. Non solo ho visto crescere lui e mio figlio, ma sono cambiato anche io stesso.

Padre e figlio, sono la dimostrazione del successo di una dinastia in un ambiente diverso da quello di partenza: nati con me in acqua, Ambrogio è infatti cresciuto facendo l’allenatore e Stefano l’atleta. Intorno al 2002-2003 Ambrogio ha allenato anche me, portandomi alla vittoria di un titolo italiano assoluto.
Il nostro rapporto è – come dice anche lui – oltre la figura professionale, una linea diretta, così come con Stefano: valoroso atleta vincitore della medaglia ai campionati italiani giovanili.

Io e mio figlio abbiamo uno studio di fisioterapia: lui osteopata, io massofisioterapista, ci occupiamo insieme del recupero dell’atleta, prima e dopo una gara o – come nel caso di Andrea – di un’impresa. Abbiamo visto ogni suo allenamento, obiettivo e fatto il tifo per lui durante la Traversata. Poter entrare nel vivo di questa sfida, è per noi un enorme piacere.

Come dicevo, il loro ambiente di partenza è stato sì l’acqua, ma da esso ne hanno ricavato qualcosa di unico: curare il benessere delle persone, sportivi e non.

E analizzando il mio post-Traversata, è emerso subito il fatto che a me servisse una figura che aiutasse la mia forma fisica ad essere al meglio in maniera costante, per tutta la stagione.
Quindi chi meglio di loro poteva incarnare la mia voglia di rivincita? Chi meglio di loro, che hanno mangiato cloro per anni proprio come me, poteva essere accostato alla preparazione di un’impresa che ha come elemento principale l’acqua?

Lo seguiremo settimanalmente. Insieme a lui, in preparazione alla prossima Traversata, utilizzeremo diverse terapie tra cui osteopatia e tecarterapia, quest’ultima al momento rappresenta il top nello sport: la tecar permette infatti agli atleti di recuperare in tempi veloci le proprie capacità competitive, ma consente anche un allenamento senza interruzioni da sovraffaticamento.

Il lavoro che andremo a fare perciò è molto meticoloso: scarico muscolare e allineamento di quelle che possono essere le zone che mi provocano maggiore dolore, di modo da arrivare alla Traversata con il massimo equilibrio fisico.

Andrea come atleta è molto sensibile e particolarmente motivato. Sempre alla ricerca di risultati, precisione e determinazione che riesce a trovare in sé e negli altri. Per questo siamo pronti a seguirlo: non abbiamo dubbi sull’esito che avrà la prossima Traversata.

Anch’io sono certo che, con il loro aiuto, la mia sfida diventerà un traguardo.

 

 

2018-11-09T11:36:49+00:00 novembre 9th, 2018|La Traversata, News|0 Comments

Leave A Comment